Navigazione veloce

Avvenimenti

Avvenimenti

Festa del Patrono San Cataldo
Venerdi Santo
Festa della Madonna del Rosario
Festa della Madonna SS. Annunziata
Sagra della Mostarda
Rappresentazione del Presepe Vivente
La venuta dei Magi
Carnevale Gaglianese
Festa dell’ alloro

 

Festa del Patrono San Cataldo 

La festa esterna, tradizionale, del protettore San Cataldo si svolge ogni anno il 29-30-31 agosto e il 1°settembre. Suggestiva ed alquanto folkloristica è l’entrata dell’alloro che in processione sia a piedi che a cavallo gira il paese. I devoti del Santo che sono stati a rilevare l’alloro nei boschi di Caronia, rientrano in paese a piedi o a cavallo, sorreggendo rami di alloro per manifestare il ringraziamento per grazie ricevute.

Nel primo giorno di festa, i “Darari”, a cavallo iniziano a sfilare dal Piano Puleo dove sono presenti le autorità. Girando lentamente per le vie del paese, la detta processione termina alla Madrice con la benedizione del sacerdote, impartita ai presenti. Questo ingresso trionfale si riallaccia a quello solenne che avvenne quando le reliquie del Santo protettore giunsero in Gagliano. Le reliquie, chiuse in capsula d’argento, visibili dietro un cristallo di forma ovale, vengono portate in processione la sera del 30 agosto ed il giorno 8 marzo di ogni anno, festa liturgica, e questa data ricorda la morte di San Cataldo. Il 31 agosto festa solenne con messa cantata, processione in mattinata, che percorrendo la Via Sorrincello, con fermata obbligatoria presso la nicchia del patrono al Piano Puleo, il fercolo sosta presso la Chiesa della SS.Annunziata.

Nel pomeriggio la processione riprende, girando per le vie del paese, fino a sera, con rito speciale, oggi dimezzato; nella mattinata vi è la messa cantata, il Sindaco come prima autorità civile, con fascia tricolore, per mezzo di una chiave storica ornata di nastri, apriva la serratura più alta del Portone della cappella, con un’altra chiave, l’arciprete apriva la seconda serratura, e con la terza il rappresentante del comitato o altre personalità spalancano il Portone al grido di ovazione dei portatori che erano entrati prima nella cappella, il Santo compariva in chiesa mentre il popolo esultante inneggiava al Protettore.

Venerdi Santo

Imponente, solenne, devota e piena di tanta mestizia è la processione del Venerdi Santo con i simulacri dell’Ecce Homo, Crocifisso, Addolorata, Cristo Morto. Partecipano tutte le confraternite, mentre la reliquia della S.Croce è portata dall’Arciprete, segue il sindaco con la giunta comunale indi la banda e il popolo.

Festa della Madonna del Rosario

Si svolge ogni anno la seconda domenica di Ottobre; la festa consiste nella processione religiosa, con l’uscita della statua della Madonna del Rosario, che si trova nella Chiesa S. Maria delle Grazie. La processione percorre le vie del paese, accompagnata dalla banda musicale, dalla Confraternita della Chiesa S. Maria delle Grazie, che si conclude con il consueto fuoco d’artificio in onore della Madonna.

Festa della Madonna SS. Annunziata

Si svolge il 14 Maggio di ogni anno; consiste in una processione religiosa per le vie del paese, con l’uscita della statua della Madonna SS. Annunziata, che si trova presso l’omonima chiesa. La festa si conclude con gli spari in onore della Madonna.

Sagra della mostarda

Questa sagra è forse l’avvenimento culturale/culinario più importante del paese di Gagliano. Il Fico d’india da sempre, anche nei tempi più lontani, è stato l’alimento di riferimento per il popolo gaglianese. E’ sicuramente catalogabile come il “frutto pregiato” di Gagliano Castelferrato.

La sagra si svolge nel mese di ottobre, presso il piazzale di S. Antonino con la cottura e la degustazione della mostarda; in contemporaneamente viene proiettato un video dove vengono spiegate le varie fasi del processo produttivo, che va dalla raccolta del fico d’india alla mostarda vera e propria. Molti turisti ogni anno vengono a vedere questo avvenimento, ormai simbolo della cultura culinaria gaglianese.